Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Carousel header
Tu sei qui: Home / Notizie / DISPOSIZIONI ANTICIPATE DI TRATTAMENTO - DAT

DISPOSIZIONI ANTICIPATE DI TRATTAMENTO - DAT

Informativa in materia di Disposizioni Anticipate di Trattamento-DAT

E’ entrata in vigore il 31 gennaio 2018 la legge in materia di Consenso Informato e Disposizioni Anticipate di Trattamento-DAT (legge 2 dicembre 2017, n. 219 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 12 del 16 gennaio 2018).

Nel rispetto dei principi di cui agli articoli 2, 13 e 32 della Costituzione e degli articoli 1, 2 e 3 della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea, a tutela del diritto alla vita, alla salute, alla dignità e all'autodeterminazione della persona, la legge ribadisce il principio per cui nessun trattamento sanitario può essere iniziato o proseguito se privo del consenso libero e informato della persona interessata, tranne che nei casi espressamente previsti dalla legge. Il cuore della legge è l’introduzione della disciplina delle DAT, disposizioni anticipate di trattamento, con le quali le persone possono dare indicazioni sui trattamenti sanitari da ricevere o da rifiutare nei casi in cui si trovassero in condizioni di incapacità.

 Che cosa sono le DAT?

Sono delle disposizioni/indicazioni che la persona, in previsione della eventuale futura incapacità di autodeterminarsi, può esprimere in merito alla accettazione o rifiuto di determinati:

  • accertamenti diagnostici

  • scelte terapeutiche (in generale)

  • singoli trattamenti sanitari (in particolare).

 Chi può fare le DAT?

Qualunque persona che sia

  • maggiorenne

  • capace di intendere e di volere.

 

In che forma si possono manifestare le DAT?

  • Atto pubblico notarile

  • Scrittura privata autenticata dal notaio

  • Scrittura privata semplice consegnata personalmente all’Ufficio dello Stato Civile del Comune di residenza del disponente.

L’atto non sconta nessun tipo di imposta (di registro, di bollo) né tassa o diritto.

 E se il paziente non è in condizioni di firmare?

Le DAT possono essere espresse anche attraverso una videoregistrazione o anche altro dispositivo che consenta di comunicare.

 Si possono revocare o modificare le DAT?

Sì, in qualunque momento

  • utilizzando la stessa forma con cui sono state rilasciate

  • o, quando motivi di urgenza o altra impossibilità, non consentano di rispettare la stessa forma simmetrica, mediante dichiarazione verbale o videoregistrazione raccolta da un medico alla presenza di due testimoni.

 Sono valide le DAT rilasciate prima di questa legge?

Sì. Conservano validità se ed in quanto non risultino contrarie alle prescrizioni di questa legge, anche se rilasciate in un periodo di vuoto normativo.

 Il Comune conserva le DAT?

Sì, le registra in un ordinato elenco cronologico (il cosiddetto Registro delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento). Ai fini della trasmissione alle “strutture sanitarie” delle DAT, bisognerà attendere la preventiva emanazione di un apposito decreto del Ministero della Salute come previsto dall’art. 1 comma 419 della legge 27/12/2017 n. 205 (legge di Bilancio 2018).

 

L’ufficiale dello Stato Civile del Comune accettante conosce il contenuto della DAT o fornisce informazioni per la sua stesura?

No. L’ufficiale dello Stato Civile non partecipa alla redazione della DAT né fornisce informazioni o avvisi in merito al contenuto della stessa avendo la DAT contenuti personali e medici su cui non ha alcuna competenza e titolo. L’ufficiale deve limitarsi, secondo le disposizione della Circolare del Ministero degli interni n. 1/2018, a verificare l’identità e la residenza del consegnante.

 

Si può nominare un terzo che si interfacci con i medici?

Sì. La legge prevede la possibilità (non l’obbligo) di nominare un fiduciario che sostituisca il disponente divenuto incapace nei rapporti con i medici e la struttura sanitaria.

Il fiduciario accetta l’incarico sottoscrivendo la DAT o successivamente con una dichiarazione separata. Il fiduciario individuato può anche non accettare l’incarico o rifiutarlo, dopo averlo accettato, con atto scritto comunicato al disponente. Se accetta, gli viene consegnata una copia delle DAT. Può essere opportuna la nomina di un secondo fiduciario che subentri in caso di rifiuto o rinuncia del primo nominato.

 

Il disponente può revocare o modificare il fiduciario?

Sì, lo può fare. In qualsiasi momento, senza obbligo di motivazione e nelle stesse forme in cui lo ha nominato.

 

Se viene revocato il fiduciario senza sostituzione o questi rinunzia le DAT perdono efficacia?

No. Le DAT conservano il loro valore prescrittivo per il medico e la struttura sanitaria. In mancanza di un fiduciario, in caso di necessità di un alter ego, sarà il Giudice Tutelare a nominare un amministratore di sostegno che svolga i medesimi compiti.

 IL PROCEDIMENTO

  • La persona residente a Sant'Agata Bolognese maggiorenne interessata a depositare la propria DAT deve fissare un appuntamento telefonicamente, contattando il numero 051.6818913, oppure via e-mail all'indirizzo anagrafe@comune.santagatabolognese.bo.it

  • Il giorno dell’appuntamento occorre presentarsi personalmente, eventualmente accompagnati dalla persona nominata quale “Fiduciario”, entrambi muniti del proprio documento di identità in originale e in corso di validità

  • Prima di consegnare la propria DAT il dichiarante dovrà averne già redatto e sottoscritto almeno 3 copie: una per il deposito presso l’ufficio, una per sé e una per l'eventuale fiduciario

  • Il dichiarante, di fronte al funzionario del Comune, consegna la propria DAT ottenendo formale ricevuta dell’avvenuto deposito

  • La DAT potrà essere consegnata in busta chiusa o meno

  • Se si intende consegnare una busta chiusa, questa dovrà contenere la Dichiarazione Anticipata di Trattamento firmata in originale e in modo autografo dal dichiarante e dal fiduciario (se individuato) e una copia fotostatica

  • dei documenti di identità di entrambi

  • Le DAT consegnate vengono numerate e lo stesso numero viene annotato sul Registro delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento predisposto in modalità elettronica dall’ufficio di Stato Civile

 

Tempi del procedimento: deposito contestuale al giorno dell’appuntamento

Responsabile del procedimento: Tabitha D'Amato

Normativa di riferimento:

  • Legge n. 219 del 27/12/2017 in vigore dal 31/01/2018

  • Circolare del Ministero dell’interno n. 1/2018

Per informazioni:
Ufficio Stato Civile,
Via 2 agosto 1980, 118, Sant’Agata Bolognese(Bo)
Tel. 051.681
8913  Fax 051.6818950
anagrafe@comune.santagatabolognese.bo.it
referente: Tabitha D’Amato, tel. 051.6818913, tabitha.damato@comune.santagatabolognese.bo.it

modulistica


Contatti

Sede municipale: 
Via 2 Agosto 1980, 118 - Sant'Agata Bolognese (BO)

logocentriestivi     

teatro bibiena

Calendario Eventi

calendario

« agosto 2018 »
agosto
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031